De Benedetti vende il jet.

E’ durata nemmeno un anno la società che Carlo De Benedetti aveva costituto per fare affari con gli aerei. Qualche giorno fa, infatti, a Torino presso lo studio dei commercialisti Segre, da sempre vicini all’Ingegnere, si sono presentati la notaia Silvia Lazzaroni e Franco Girard, uomo di fiducia di De Benedetti. Girard era presente come presidente di Occidente Spa, costituita lo scorso anno davanti allo stesso notaio dalla Romed International di De Benedetti attraverso un versamento di 500 mila euro presso la Banca Intermobiliare. Oggetto sociale della newco era, fra gli altri, “la gestione e amministrazione di beni di trasporto per terra, acqua e mare, tanto di persone quanto di cose, sia direttamente sia indirettamente anche attraverso l’affitto o il noleggio degli stessi”.

Perché Occidente ha chiuso i battenti e nominato Massimo Segre come liquidatore? Perché De Benedetti ha riscattato anticipatamente e venduto il suo jet, un Cessna 560 XL, già condotto in leasing, su cui c’era una fideiussione di Banca Popolare di Sondrio. Peraltro Orizzonte era subentrata nel leasing dopo la liquidazione della Farfalletta, società di De Benedetti messa in liquidazione dopo una serie di bilanci in perdita. Insomma, l’Ingegnere si è stancato di volare in rosso.

Advertisements