La solitudine di Bernabè.

Nel giorno dell’addio Franco Bernabè è più solo che mai. Stamattina ha fatto una triste colazione nella hall di un grande albergo milanese, ove è abituato a scendere. Nessuno se l’è filato l’ormai ex presidente esecutivo di Telecom Italia. Non se l’è filato Marco Patuano, amministratore delegato del gruppo tlc e destinato a vedersi assegnate molte delle deleghe che Bernabè aveva conservato. Patuano alloggiava nello stesso albergo del suo ex presidente, ma ha preferito incontrarsi a lungo con Julio Esteban Linares Lopez. Linares, segaligno top manager di Telefonica di cui è stato a lungo chief operating officer, rappresenta il colosdo spagnolo nel consiglio e nel comitato esecutivo di Telecom Italia e rappresenta per Patuano il più affidabile punto di riferimento quando il deal Telecom-Telefonica sarà perfezionato. Linares, dopo l’incontro, ha visto per un caffè pure Elio Catania, corpulento ex numero uno di IBM in Italia e poi in Ferrovie: Catania pochi giorni fa ha dovuto dimettersi dal board di Telecom Italia per una brutta storia di insider trading. E Bernabè? Si è allontanato in silenzio dall’hotel. La solitudine degli ex numeri primi.

Advertisements