Berlusconi, 52 milioni posson bastare.

Il governo Renzi dà una mano a Silvio Berlusconi: il ministero del lavoro guidato dall’uomo delle coop Giuliano Poletti, infatti, ha dato luce verde alla cassa integrazione per gli 81 dipendenti di Forza Italia. In altre parole, la cassa integrazione dei dipendenti del partito dell’ex premier la pagheremo noi contribuenti.
Berlusconi, invece, continua a tenersi sempre più “cash” in saccoccia, per una serie di spese “eleganti”, Olgettine e Ruby in testa. Già “Il Sole 24 Ore” martedì scorso ha dato conto dei 14,2 milioni di euro che il Cavaliere ha incassato, beneficiando del riparto straordinario dalla sua Holding Italiana Prima, intestataria del 17% di quella Fininvest che ha incassato poche settimane fa 377 milioni vendendo il 7,79% di Mediaset. L’altro ieri questo blog ha dato conto di altri 13 milioni che Berlusconi ha incassato attingendolo dalle riserve della sua Holding Italiana Seconda, a titolo di dividendo: il veicolo possiede il 5,7% di Fininvest.
Oggi il quadro della montagna di “cash” arrivata nelle tasche di Berlusconi si completa con il drenaggio di liquidità dalle altre sue due società che posseggono quote Fininvest, la Holding Italiana Terza e la Holding Italiana Ottava, rispettivamente per il 7,8% e il 20,4% della capogruppo presieduta dalla figlia Marina. La Holding Italiana Terza, sempre beneficiando del riparto straordinario da Fininvest, ha distribuito all’unico azionista 6,6 milioni attinti dalle riserve che scendono così da 11 a 4,4 milioni nel bilancio chiuso al 30 settembre scorso. E la Holding Italiana Ottava ha beneficiato il socio Berlusconi di un dividendo di 18 milioni sempre attinto dalle riserve, che diminuiscono da 69,3 a 51,3 milioni. Inutile specificare che tutte e quattro le società di Berlusconi sono guidate dal fido Giuseppe Spinelli, più noto come l’ufficiale pagatore delle Olgettine col nome di “Spinaus”.
Proviamo a fare un po’ di conti del contante di cui Berlusconi dispone da qualche giorno: 14,2 + 13 + 6,6 + 18 = 51,8 milioni.
Con quasi 52 milioni forse si potevano pagare ancora qualche mese i dipendenti di Forza Italia – invece di farli pagare ai contribuenti – e pagare un po’ meno le ragazze delle “cene eleganti”…

Advertisements