Saccà: grazie, Mamma Rai.

Il 3 febbraio prossimo Antonio Campo Dall’Orto, attuale direttore generale della Rai, assumerà di fatto i poteri di un amministratore delegato, in base alla riforma dello statuto appena approvata dal consiglio d’amministrazione di Via Mazzini. Ma i direttori generali della emittente pubblica contano sempre moltissimo per Mamma Rai.
Lo dimostra il bilancio 2014 di Pepito Produzioni, casa di produzione costituita nel 2010 da Agostino Saccà, che ha lavorato in Rai per poltre 30 anni e ne è stato, appunto, direttore generale. La società di Saccà, infatti, sta in piedi esclusivamente grazie ai contratti della Rai tanto che nel 2014 il fatturato ha sfiorato i 10 milioni di euro rispetto ai 2 milioni dell’anno precedente.
Il cordone ombelicale della Rai con Saccà è destinato a continuare. Basti pensare che Pepito Produzioni dopo aver coprodotto con Rai Cinema nel 2014 il film “Sei mai stata sulla luna?”, ha ultimato la seria “Baciato dal sole”. Un plot in 12 episodi ciascuno da 50 minuti che andrà in onda a breve su Rai Uno.
Come se non bastasse la società di Saccà coproduce con Rai Fiction due tv-movies, in produzione nel primo semestre di quest’anno, che costituiranno la seconda serie di “Purché finisca bene” e peri i quali è stimato un fatturato di 6,8 milioni.
“Sono inoltre in cors0 contatti”, dice la nota integrativa al bilancio, “con Rai Fiction per la realizzazione nel 2016-2017 di una serie articolata da 6 episodi da 50 minuti ciascuno l’uno su Federico II di Svevia” e “con Rai Cinema per la produzione nel 2016 del film ‘La tentazione di essere felici’ per la regia di Gianni Amelio, il cui valore dovrebbe superare i 4 milioni circa”.
Saccà, sentitamente, ringrazia. Campo Dall’Orto è informato o anche lui, alla fine, aprirà una redditizia casa di produzione con ricavi assicurati dall’ex datore di lavoro?

Advertisements