Berlusconi: Vincent, grazie di esistere.

Chi sta davvero facendo affari con la strombazzata “scalata ostile” a Mediaset? Ma proprio il dominus del gruppo del Biscione, Silvio Berlusconi che mentre agita il fantasma dell’opa ostile per mano di Vincent Bolloré, conta soddisfatto le ricche plusvalenze su cui può già contare nella bagarre borsistica scatenatasi da lunedì scorso. Un guadagno potenziale di oltre 355 milioni di euro. Già, perché lunedì 12 dicembre il titolo Mediaset ha chiuso a 2,72 euro, per schizzare a 3,58 euro l’indomani, alla notizia dell’acquisto del 12% a opera di Vivendi, e rimbalzare ieri fino a 3,62 euro quando la partecipazione francese è lievitata al 20%.

Quando si tratta di Berlusconi bisogna sempre porre una cesura fra ciò che l’ex premier dice e ciò che è la realtà. La realtà è che la quota Mediaset in Fininvest (bilancio civilistico 2015), costituita da 395.340.465 azioni, è in carico per 432.582.183 euro, quindi con un prezzo medio di circa 1,1 euro. Questo significa che, alla luce dei prezzi borsistici, martedì scorso Berlusconi aveva sulla sua quota Mediaset in Fininvest un guadagno potenziale di 340 milioni, arrotondato ieri sera per altri 16 milioni.

Merci, Vincent!

Advertisements