I Berluschini ringraziano papà.

Si chiama “Lauro” e si occuperà di business immobiliari la società lanciata pochi giorni da Luigi Berlusconi nella sua qualità di presidente di H14. Ma solo grazie alla Fininvest di papà Silvio – e non alle proprie iniziative imprenditoriali – i figli di Veronica Lario hanno potuto incassare qualche giorno fa 5 milioni di euro a testa. E’ il dividendo complessivo di 15 milioni, infatti, che ha deciso l’assemblea soci di H14, la holding di Barbara, Eleonora e Luigi Berlusconi che ha approvato il bilancio del 2017 distribuendo una cedola pari a quella dello scorso anno. Con la differenza che questa volta si sono anche potuti accantonare a riserva 32,3 milioni perché il profitto complessivo è salito anno su anno da 4,3 a 47,7 milioni. Tutto merito del 21,4% circa di Fininvest posseduto da H14 che ha assicurato una cedola raddoppiata da 20 a 40 milioni. La quota è in carico a 39,2 milioni ed il resto dell’attivo è composto da partecipazioni in altre imprese per 46,6 milioni rispetto ai 41 milioni del 2016, quale saldo fra acquisti di nuove quote di minoranza e versamenti in conto capitale per 8,6 milioni e vendite per 2 milioni. Fra i nuovi acquisti quello recente di circa l’1% di Equity Partners Investments Club, veicolo di private equity lanciato da Mediobanca di cui Fininvest è azionista e pattista. Per il resto il conto economico della cassaforte dei “Berluschini” registra proventi da fondi di private equity per 508mila euro, plusvalenze su fondi ed etf per 6,3 milioni e plusvalenze su azioni per 1,5 milioni.

Advertisements