Casaleggio ringrazia l’intelligenza artificiale.

Davide Casaleggio alla vigilia della presa del governo ritrova il nero in bilancio. Il bilancio 2017 della Casaleggio Associati, infatti, si è chiuso con un mini profitto di 20 mila euro circa rispetto ai 48 mila euro di perdita dell’anno prima mentre i ricavi consulenziali sono saliti anno su anno da 974 mila euro a quasi 1,2 milioni. “La società – dice la nota integrativa firmata dal figlio di Gianroberto, defunto “guru” del Movimento Cinque Stelle – ha chiuso il bilancio in utile invertendo il trend negativo. Il risultato è stato raggiunto grazie al rilancio delle attività di consulenza strategica e di innovazione digitale alle medie e grandi imprese.
In particolare il management ha intensificato e riposizionato l’attività consulenziale verso aree di business in forte espansione specializzandosi sulla ricerca in ambiti quali l’intelligenza artificiale, blockchain, sistemi di finanziamento dell’innovazione e modelli di integrazione fisico- digitale.
 Le prospettive per il 2018 prevedono un ulteriore incremento delle attività di consulenza con ambiziosi obiettivi di crescita dei risultati legati a progetti per nuovi clienti, l’apertura di una nuova sede e lo sviluppo di partnership con aziende complementari, leader nel loro settore”. Casaleggio Associati con debiti per 534 mila euro, di cui 45 mila euro verso soci, ha un attivo circolante di 666 mila euro dove compaiono anche alcuni titoli Telecom Italia e Soshoma, una start up di San Francisco. Casaleggio è presidente e socio di maggioranza col 60%, Luca Eleuteri ha il 20%, Maurizio Benzi e Marco Maiocchi ciascuno il 7,5% e Mario Bucchich il 5% residuo.

 

Advertisements