Mediaset, addio alle televendite.

Un altro tassello di Mediaset nella dismissione di attività considerate non più strategiche. Qualche giorno fa, infatti, davanti al notaio Filippo Laurini si è presentato Marco Giordani, cfo del gruppo del Biscione, nella sua qualità di amministratore delegato di Reti Televisive Italiane (Rti), controllata Mediaset che realizza i palinsesti delle reti del Biscione, per deliberare un conferimento di ramo d’azienda. In particolare Rti ha conferito alla controllata e neocostituita Mediashopping srl il ramo d’azienda, business avviato nel 2005, e consistente anche in un database di 330mila clienti che opera nella vendita a distanza di beni di consumo. 

Il conferimento – prodromico a una vendita della newco – è servito a sottoscrivere un aumento di capitale della newco da 10mila a 50mila euro, in base al valore di 855mila 600 euro del ramo d’azienda stimato dal perito commercialista Massimo Gabelli. Nella perizia si spiega che l’operazione “si inquadra in un progetto di sviluppo del gruppo Mediaset finalizzato alla riorganizzazione delle attività che prevede la cessione degli asset non core”. In particolare il ramo d’azienda conferito ha “dimensioni ridotte rispetto ai principali player del mercato, che sono sempre più globalizzati” e “il database non genera sinergie col più ampio database di gruppo, ricco di clienti che identificano Mediaset come una piattaforma di contenuti multimediali e non di vendita di beni di consumo”. Il conferimento riguarda un business che nel 2019 ha generato ricavi per 16,4 milioni con un margine in calo a 900mila euro.