Immobile va in goal con Postalmarket.

L’attaccante della Lazio Ciro Immobile si accomoda nel salotto dei nuovi soci di Postalmarket, il “papà di Amazon”, la storica rivista di vendite per corrispondenza rilevata dal fallimento dall’imprenditore friulano Stefano Bortolussi, anche lui calciatore in passato quando è stato difensore centrale della Spal Cordovado. Nei giorni scorsi, infatti, la 9 Invest di Immobile è entrata col 9,9% nel capitale della neocostituita Pm Angels che fra breve sottoscriverà un aumento di capitale della nuova Postalmarket srl controllata da Bortolussi e di cui sono azionisti di minoranza, fra gli altri, la ProjectMoon di Francesco D’Avella e l’incubator veneto H-Farm. L’ingresso di Immobile a libro soci è avvenuto attraverso la sottoscrizione di parte di una ricapitalizzazione per un milione di euro che s’è chiusa da poco e che ha visto debuttare fra gli azionisti anche nomi noti dell’imprenditoria italiana. Fra questi la Mogeco del napoletano Luciano Cimmino proprietario fra l’altro del noto marchio di intimo “Yamamay”, la Wolf di Pierangelo Bressan di Garmont Calzature, Giuseppe Miroglio dell’omonimo gruppo tessile di Alba e la Italtronic di Alberto Baban presidente di VeNetwork e già presidente della Piccola Industria. Il nuovo Postalmarket di Bortolussi e soci sarà tutto digitale.