Abete junior in riserva.

Bilancio in rosso per Luab Partecipazioni, la holding che fu dell’imprenditore romano Luigi Abete, fra l’altro ex presidente di Confindustria e Bnl, e oggi è controllata dal figlio Antonio che ne è amministratore unico e partecipata dalla sorella Caterina. Qualche giorno fa, infatti, a Roma s’è riunita l’assemblea dei soci che ha provveduto a usare le riserve per coprire la perdita di circa 342mila euro segnata nell’esercizio 2021. Con un patrimonio netto di 11 milioni la società ha un attivo di 21,2 milioni costituito per 12,8 milioni da partecipazioni fra le quali spicca il 15,5% di Abete Azienda Beneventana Tipografica Editoriale, il 6,9% dell’immobiliare Veronica , il 57% di Network Holding (che detiene una partecipazione in Italian Entertainment Network, gruppo specializzato nella produzione di contenuti media e di eventi culturali, a cui fanno capo Filmaster Group e Civita Cultura e il controllo di Cinecittà World di cui Abete è, rispettivamente, amministratore delegato e presidente,  e una quota di 2A Investimenti.