Pignatti-Morano vende Mediobanca.

C’è un consigliere d’amministrazione di Mediobanca che nelle ultime due settimane con quattro operazioni di vendita ha incassato oltre 2 milioni di euro vendendo una buona parte del suo pacchetto di azioni della banca d’affari guidata da Alberto Nagel. E’ Vittorio Pignatti-Morano Campori, romano, classe 1957, fra l’altro sposato con Angela Frescobaldi dell’omonima dinastia di importanti vinificatori, già banchiere di successo in Lehman Brothers e oggi a capo del fondo Trilantic. Il veicolo con cui Pignatti-Morano detiene azioni Mediobanca è la Rp3 Holding che ha iniziato le cessioni lo scorso 7 dicembre quando ha venduto100.500 opzioni sul titolo della banca di Piazzetta Cuccia per un valore di 0,28 euro caduna. Ma le vendite più significative sono avvenute nei giorni immediatamente successivi, fra il 13 e il 15 dicembre scorsi. In particolare il 13 Rp3 Holding ha eseguito 15 operazioni di vendita cedendo 120.973 titoli Mediobanca a 9,1 euro cadauna e 37mila923 a 9,3 euro cadauna. Due giorni fa il bis: Rp3 Holding con 9 operazioni ha venduto sul mercato altre 40mila azioni Mediobanca a 9,3 euro cadauna incassando quindi 368mila euro. Infine ieri, ultimo giorno di borsa della settimana: 11 operazioni di vendita di 31.633 titoli per realizzare 287.260 mila euro e incassare così complessivamente oltre 2 milioni. Il banchiere, che oggi fra l’altro è consigliere di Edizione (la cassaforte della famiglia Benetton), in Mediobanca guida fra l’altro il comitato endoconsiliare sule parti correlate e fa parte del comitato rischi. Ma all’ultima assemblea di Mediobanca del 28 ottobre scorso Rp3 Holding non ha depositato le sue azioni di Piazzetta Cuccia.