Tris di fondi vip per Viceversa.

Tre nuovi soci importanti per Viceversa, la fintech fondata da Matteo Masserdotti con Pedro Salvi, Pietro Pogliani e Patrick David, attiva con una piattaforma di cosiddetto revenue-based-financing, una modalità di finanziamento basato sul fatturato. Nei giorni scorsi, infatti, s’è chiusa la prima parte di un aumento di capitale di 4 milioni di euro fra nominale e sovrapprezzo che ha registrato le sottoscrizioni, fra gli altri, di Cdp Venture Capital sgr tramite i fondi Cpi e Mise, di Azimut Libera Impresa sgr per conto del fondo Azimut Digitec e di Kairos Partners Sgr per conto del fondo Kairos Ventures Esg: le rispettive quote di capitale sottoscritte sono state del 10,3%, del 3,4% e dell’1,7%. E’ stato poi deliberato una ulteriore ricapitalizzazione di 7 milioni al raggiungimento di alcuni obiettivi, che sarà sottoscritta in seguito. Masserdotti, nominato presidente del nuovo consiglio d’amministrazione, ha conservato una quota del 26,5%. Tra gli altri azionisti figurano gli altri tre fondatori (Salvi con oltre il 5%, Pogliani 2,4% e David con lo 0,5%), Fasanara Capital Limited, hedge fund inglese specializzato nella gestione del credito alternativo, Digital Magics, acceleratore e investitore di startup che fa parte di Viceversa dall’inizio e Fabrick, realtà del gruppo Banca Sella che opera anche a livello internazionale per promuovere l’open finance.