Berlusconi vola di più. In rosso.

Si vola di più in casa Berlusconi, ma sempre in perdita. Il bilancio 2014 appena depositato del Consorzio Elicotteri Fininvest (Cefin) attesta infatti che lo scorso anno il velivolo di proprietà Agusta Westland 139 ha avuto un tempo di ore/volo pari a 72 ore e 35 minuti, in aumento rispetto alle 54 ore e 35 minuti dell’anno precedente. A parità di tariffa oraria praticata (5.000 euro ora), i ricavi sono così saliti da 272.000 a 363.000 euro, ma il bilancio si è chiuso comunque in perdita per oltre 15.000 euro.
Il Cefin fa capo per il 79% direttamene a Fininvest e per il restante 22% alla Dolcedrago ed è presieduto da Danilo Pellegrino, direttore generale della holding del Biscione. L’elicottero Agusta Westland 139 è un concentrato di tecnologia che vanta tre ore di autonomia e un sistema avanzato che gli consente di viaggiare di notte in condizioni di visibilità ridotta. Nel bilancio il costo originario del velivolo di 7,5 milioni è diminuito a 1,6 milioni, al netto degli ammortamenti che si sono accumulati nel corso degli anni. L’elicottero non viene usato soltanto dall’ex premier, ma anche da tutta una serie di manager di Fininvest e Mediaset.
In Cefin, comunque, figurano oltre 7,7 milioni di crediti che per larga parte (7,3 milioni) riflettono il saldo del conto deposito di liquidità acceso presso il consorziato Fininvest, sul quale è stata depositata la liquidità eccedente il normale fabbisogno di gestione. Rispetto al 2013 questa voce è salita di oltre 1,1 milioni di euro derivante da depositi di liquidità (un milione) e per il residuo dall’accredito in conto degli interessi maturati.

Advertisements