Bernabè chiude la boutique.

E’ durata poco più di un anno la nuova iniziativa imprenditoriale di Franco Bernabè.
Qualche giorno fa, infatti, è stato depositato a Roma il progetto di fusione per incorporazione della Franco Bernabè & C. srl nella Fb Group srl, la capogruppo degli interessi economici dell’ex presidente di Telecom. “L’operazione – si legge nel documento – trova ragione e giustificazione nell’esigenza di addivenire al raggruppamento di distinte attività presso un’unica società che causerà una riduzione dei costi fissi di struttura, una migliore efficienza gestionale e finanziaria del gruppo, consolidando valore”.
La Franco Bernabè & C. era stata costituita nel 2014 con un capitale di partenza di 20euro interamente sottoscritto, mediante un assegno tratto sulla Cassa di Risparmio di Orvieto. La società, costituita a Roma davanti al notaio Nicola Atlante, avrebbe dovuto occuparsi “dell’attività di consulenza organizzativa e manageriale alle imprese”, della “prestazione di servizi di consulenza in problematiche finanziarie e societarie come acquisizioni e trasferimenti di partecipazioni, fusioni e ristrutturazioni, reperimento di fondi”. Ma il primo bilancio si è chiuso con ricavi consulenziali per soli 218 mila euro anche se Bernabè si è remunerato con 140 mila euro come amministratore unico.

Advertisements