Bernabè, l’utile e Carrai.

Franco Bernabè fa superutili grazie a Franco Bernabè. Il bilancio 2015 della Fb Group, di proprietà dell’ex amministratore delegato di Eni ed ex presidente di Telecom e neo presidente Cartasi, s’è chiuso infatti ritrovando il profitto per oltre 2,8 milioni di euro rispetto ai 371 mila euro di perdita del precedente esercizio. E ciò perché il conto economico ha beneficiato di 4 milioni di “commissione di successo” conseguita dalla Franco Bernabè & C. che è stata fusa peri incorporazione in Fb Group nello scorso ottobre a nemmeno un anno dalla sua costituzione.

Il bilancio della holding personale del manager nato a Vipiteno, comunque, è utile per capire quanto restino profondi i suoi legami di business con Marco Carrai, il consulente toscano vicino al premier Matteo Renzi. Tra gli attivi infatti oltre ad un immobile in carico per 5,3 milioni e al 100% della Ryoga (attività yoga svolta in un centro dedicato a Roma) si segnala la quota del 15% nella bresciana Eva Energie Valsabbia presieduta dall’amico Chicco Testa, mancato ministro dello sviluppo economico e, soprattutto, una quota in Wadi Ventures Company sarl e in Wadi Ventures sca, due veicoli lussemburghesi di private equity lanciati dal finanziere israelita Jonathan Pacifici di cui è azionista fra l’altro lo stesso Carrai, il 14,2% di Cambridge Management Consulting, di cui Carrai è presidente e socio al 21%, l’11,8% della fiorentina Yourfuture nel cui libro soci ritroviamo Pacifici e Carrai e il 3% della Cgnal sempre basata nel capoluogo toscano, di cui Carrai è presidente e azionista assieme, fra gli altri, al solito Pacifici. Cambridge Management Consulting ha garantito alla holding di Bernabè una cedola di 60 mila euro.

Fb Group ha sottoscritto una polizza assicurativa di 12,6 milioni con Cardif Lux Vie, garantita da un contratto con Jp Morgan International Bank Ltd.

Advertisements