Lo spritz da 85 milioni di Garavoglia.

Lo spritz di Luca Garavoglia, patron della Davide Campari, già consigliere di Fiat e Rcs, è fatto di rivalutazioni.La famiglia Garavoglia è infatti ricorsa ancora una volta a una consistente ripresa di valore del pacchetto di controllo (51%) della quotata Davide Campari per far crescere nel 2015 il risultato netto della cassaforte Alicros a 84,7 milioni dai 57,4 milioni dell’esercizio precedente; e qualche settimana fa l’assemblea dei soci ha riportato a nuovo l’intero profitto.

La manovra contabile è spiegata nella nota integrativa laddove si dice che mentre per le immobilizzazioni materiali (immobili e terreni del valore di 30 milioni) e quelle finanziarie (Immobiliare Roma) è stato adottato il criterio del costo d’acquisto, la valutazione della partecipazione del 51% in Campari ha visto invece seguire il metodo del patrimonio netto. In dettaglio da 805,7 milioni si è saliti a una iscrizione della quota a 890,3 milioni; con un incremento totale del valore della partecipazione pari a 84,6 milioni, un conseguente provento sul conto economico di 89,7 milioni e un aumento della riserva equity method di 52,2 milioni. «Qualora la partecipazione», continua la nota, «fosse stata valutata con il metodo del costo, i valori iscritti nel bilancio sarebbero stati 9,1 milioni per la partecipazione in Davide Campari, per il risultato dell’esercizio 18,6 milioni e per il patrimonio netto un valore di 418,7 milioni».

Con un attivo di oltre 1,1 miliardi e disponibilità liquide pari a 23,4 milioni, la cassaforte dei Garavoglia che nel 2015 ha ottenuto dalle banche altre 4 linee di credito per complessivi 130 milioni, ha diversificato il portafoglio rilevando una quota dell’immobiliare americana Lg Partnes con sede in Missouri, inserita tra le immobilizzazioni. Tra gli asset non immobilizzati, saliti anno su anno da 87 a 111 milioni, oltre ad obbligazioni Davide Campari per un controvalore di 9,8 milioni, figurano anche 88,7 milioni di quote di sicav lussemburghesi e lo shopping fatto lo scorso anno di varie polizze assicurative per 27,1 milioni, una gestione patrimoniale di 8 milioni e 6 milioni fra credit e index linked notes.

Advertisements