Consob, effetto Rcs sulla Staderini.

Giuseppe Vegas s’e’ mosso con un vero e proprio blitz tenuto sotto il livello dei radar. Lo scorso 1 agosto, quasi all’indomani dell’esposto che Diego Della Valle e la cordata di Andrea Bonomi avevano presentato lo scorso 20 luglio alla Consob presieduta da Vegas per verificare la regolarita’ dell’Opas di Urbano Cairo su Rcs, e’ saltata una testa eccellente dell’authority. E’ quella di Giulia Staderini, che dal 1991 era responsabile proprio dell’ufficio che esamina la regolarita’ delle offerte pubbliche su titoli di societa’ quotate.

Un caso? Puo’ darsi, ma certamente pare strano che la Staderini sia stata spostata agli uffici amministrativi della stessa commissione di vigilanza. Se a cio’ si aggiunge l’ispezione che la stessa Consob ha appena avviato presso Equita Sim presieduta da Alessandro Profumo e guidata da Francesco Perilli, sim che e’ stata advisor di Cairo, si capisce che probabilmente sono da aspettarsi alcune sorprese. Compreso che il fato che in prima battuta la Consob non avesse ritenuto sussistenti i presupposti per la sospensione cautelare dell’offerta Cairo, forse fu un giudizio sbagliato. Ma intanto la dirigente preposta e’ stata spostata ad altro incarico. E questo anche se e’ la figlia di Marco Staderini, gia’ numero uno di Acea, oggi presidente di Sogesid, tecnico vicino all’area di centro.

 

 

Advertisements