Il ritorno di Bogarelli.

Incuranti dell’indagine della procura di Milano a loro carico, Marco Bogarelli e Giuseppe Ciocchetti, entrambi usciti recentemente da Infront Italy dov’erano rispettivamente presidente e direttore generale, hanno ricominciato assieme con  un business proprio che va in diretta competizione con il loro ex gruppo. Qualche girono fa, infatti, a Milano davanti al notaio Francesca Bassino è stata costituita la newco 2Mg Media con un capitale sociale di 10mila euro, di cui Bogarelli è presidente e detiene il 70% e Ciocchetti consigliere col restante 30%.

La newco ha per oggetto “la pubblicazione di opere di stampa, sportive e periodiche, l’istituzione di una o più agenzie stampa, l’istituzione di clubs sportivi, la produzione, l’acquisto e la cessione di programmi televisivi, l’acquisto e la vendita in Italia e all’estero dei diritti per lo sfruttamento commerciale e per la trasmissione radiotelevisiva di eventi sportivi, artistici o di spettacolo”, ma anche “l’acquisto e la compravendita di diritti pubblicitari e la gestione di sponsorizzazioni”.

Per i due manager e per i loro trascorsi in Infront Italy la procura di Milano ha chiesto l’arresto per una lista di accuse che vanno dall’associazione a delinquere alla truffa aggravata ai danni della Lega Calcio, dall’autoriciclaggio alla turbativa d’asta e ostacolo agli organi di vigilanza. L’inchiesta ha sfiorato anche Adriano Galliani, ex a.d. del Milan ed Enrico Preziosi, patron del Genoa..

Advertisements