Il Berluschino inciampa in Rete.

Luigi Berlusconi, figlio di Silvio e di Miriam Bartolini (più nota come Veronica Lario) ha il pallino di internet. Lo si capisce leggendo il bilancio 2016 di Holding Italiana Quattordicesima, che Luigi presiede e detiene in parti eguali con le sorelle Barbara ed Eleonora. Ma non sempre la passione per il web porta buoni frutti anche se il documento racconta che lo scorso anno sono stati investiti oltre 12,8 milioni di euro per “l’acquisto di nuove partecipazioni di minoranza in sei società del settore digitale” e altri 1,7 milioni sono stati versati in conto aumento di capitale in altre partecipazioni tech. Proprio il bilancio, però, riporta l’infausto esito di un investimento digitale datato 2013 quando la holding dei “Berluschini” rilevò il 3% circa di Paymill Holding Gmbh, una società tedesca attiva nel settore dei pagamenti online mediante carta di credito. La partecipazione, infatti, è stata svalutata di oltre 2,8 milioni poiché Paymill nel luglio dello scorso anno ha avviato l’iter di liquidazione “che si è concluso nel corso dell’esercizio – dice la nota integrativa del bilancio firmato da Luigi Berlusconi – senza la restituzione dei conferimenti effettuati”, cioè lasciando i soci a bocca asciutta.

Molto meglio affidarsi quindi, alla vecchia quota del 21,4% che Holding Quattordicesima detiene nella Fininvest di papà Silvio e della sorellastra Marina: lo scorso anno, infatti, ha garantito una cedola di 20 milioni sui 22,6 milioni di proventi da partecipazioni. E la vecchia televisione, ben più delle web company, ha consentito ai figli di Veronica di mettersi in tasca ciascuno 5 milioni. Sarà interessante vedere come faranno Luigi Berlusconi e la sorella Eleonora, nuovo amministratore delegato della società, a far quadrare i conti quest’anno visto che il gruppo del Biscione ha appena chiuso il 2016 in perdita e senza distribuire dividendi…

Advertisements