Il mattone pesante di Veronica B.

Il mattone fa perdere quasi 5 milioni di euro a Veronica Lario, ex moglie di Silvio Berlusconi. La sua Il Poggio srl, infatti, che ha un patrimonio di immobili in carico per oltre 43 milioni di euro, ha chiuso il bilancio 2016 in perdita per oltre 1,5 milioni di euro, peggiore del passivo di 1,3 milioni dell’esercizio precedente e che si aggiunge a 3,1 milioni di disavanzo riportato a nuovo. Qualche giorno fa l’assemblea guidata dall’amministratore unico Monica Maria Limonta ha deciso anche in questo caso di rinviare a nuovo il rosso: peraltro nel corso d’esercizio è stata iscritta in bilancio un’apposita riserva in conto copertura perdite aumentata anno su anno da 3,2 a 4,7 milioni mediante corrispondente rinuncia parziale del socio al proprio finanziamento infruttifero.

Il fatturato da affitti è calato da 2 a 1,8 milioni. Oltre a Palazzo Borromini a Segrate in carico a 7,6 milioni, l’asset immobiliare più importante è il Palazzo Canova, sito a Milano 2 all’interno del complesso immobiliare denominato denominato Centro direzionale Milano 2, e in carico a 33,9 milioni e fu comprato dalla Lario nel 2009 grazie a un mutuo di 34 milioni concesso dalla Banca Popolare di Sondrio. Il Poggio ha anche un altro mutuo di 4 milioni erogato dalla Bcc di Carate Brianza e destinato a far fronte alle spese di ristrutturazione di Palazzo Canova. Nel patrimonio immobiliare della ex first lady ci sono anche tre appartamenti (uno a Olbia, uno a Bologna e uno a Londra), tre immobili a uso ufficio siti fra Milano e Segrate e 55 posti auto sottostanti al comune di Segrate, oltre all’americana Orchidea Realty Corp.

Advertisements