Briatore scende dal go kart.

Flavio Briatore resta a piedi. Nelle scorse settimane, infatti, a Olbia davanti al notaio Fabio Papaccio si è svolta un’assemblea straordinaria della Go Kart srl che ne ha deliberato la messa anticipata in liquidazione perché “si è dimostrato di difficile attuazione il raggiungimento dello scopo sociale” e la nomina a liquidatore di Roberto Pretto, già amministratore unico, carica che fra l’altro ricopre anche in Billionaire srl.

La Go Kart fu costituita da Briatore nel 2013 nella stessa città e davanti allo stesso notaio e l’80% del suo capitale faceva originariamente capo a Laridel Participation, una delle holding lussemburghesi dell’imprenditore mentre il 20% restante era della Bintarf di Paolo Azara, da sempre vicino ai business sardi di Briatore di cui spesso è stato socio. Quasi subito Laridel Participation vendette la sua quota a Billionaire Lifestyle di Singapore che nel 2015 la cedette alla lussemburghese Billionaire Lifestyle Sarl.

La società aveva per oggetto “l’attività di costruzione e gestione di circuiti, “la riparazione, manutenzione e custodia di auto e altri mezzi di locomozione” e collegate le varie iniziative di marketing e gestione eventi. Dal 2000 ad Arzachena, patria di Azara, è attivo “Kartodromo Pista dei Campioni”, un famoso circuito di go kart, al quale Briatore voleva fare concorrenza. Con poco successo.

Advertisements