La scomparsa di Arcucci.

E’ scomparso Francesco Arcucci, economista e banchiere gentile. Nato a Parma nel 1942, autore di numerose pubblicazioni e già opinionista per “Repubblica”, Arcucci è stato fra l’altro consigliere d’amministrazione di Cariplo e Intesa Sanpaolo, presidente di Quadrivio sgr e consigliere di Banca Bsi Italia. Nel 1998 quando Credieuronord, la banca dela lega Nord, fu sponsorizzata da Umberto Bossi, che invitava con una lettera i vertici del movimento a sottoscrivere le quote, Arcucci ne fu nominato presidente mentre il suo vice era il leghista Gian Maria Galimberti. Arcucci si autosospenderà, denunciando poi cosa non andava nella banca dopo le prime sentenze giudiziarie ispezionata da Banca d’Italia nel 2003, l’istituto di credito rivelerà seri problemi gestionali, per cui verranno multati i vertici aziendali nel 2004 dall’allora ministro del Tesoro Giulio Tremonti. Arcucci, professore ordinario di economia degli scambi internazionali nell’Università di Bergamo, è stato presidente della R.C.F. Research, Consulting e Forecasting S.A. di Lugano, dell’EURISA European Investment Services Association di Bruxelles e di numerosi altri enti e organizzazioni ed è stato inoltre membro dell’International Advisory Board dell’Università dell’Alabama. E’ stato, fra l’altro, Visiting Professor presso il Fondo Monetario Internazionale.