Berlusconi jr, il private equity si fa benefit.

Il business del private equity di Luigi Berlusconi non avrà solo lo scopo di lucro per le tasche del suo azionista, ma anche una ricaduta sul tessuto sociale. Qualche giorno fa, infatti, a Milano nello studio del notaio Anna Pellegrino è comparso Davide Rodella in qualità di amministratore unico della E.L. Holding costituita nel febbraio dello scorso anno a cui il socio unico, il figlio dell’ex premier Silvio Berlusconi, ha trasferito un serie di investimenti personali, molti dei quali in start-up, attraverso tre veicoli denominati Ithaca. Rodella ha guidato l’assemblea straordinaria che ha deliberato la modifica di alcuni articoli dello statuto sociale e l’assunzione della nuova denominazione E.L. Holding Società Benefit ricordando che ai sensi di legge tali persone giuridiche “devono essere amministrate in modo da bilanciare l’interesse dei soci e il perseguimento delle finalità di beneficio comune”. In tal senso la modifica dello statuto più rilevante è quella dell’articolo 2 là dove ora si prevede che la società “si propone altresì di svolgere finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante erogazione di denaro, beni o servizi, anche di investimento, a sostegno di categorie di persone svantaggiate e iniziative nel settore della beneficenza per la realizzazione diretta di progetti di utilità sociale”.