Rubio e l’amico-socio di Carrai.

L’abbandono di Marco Rubio nella corsa repubblicana alla Casa Bianca, dopo l’ennesima vittoria di Donald Trump, ha avuto un aedo inaspettato in Maria Giovanna Maglie che ha detto che il ritiro di Rubio affligge “le élite di Washington stordite, i power broker incazzati, i Ceo delle varie Valley terrorizzati”. La Maglie avrebbe dovuto informarsi meglio. Se l’avesse fatto avrebbe scoperto che uno dei grandi sostenitori di Rubio è stato, fino a ieri, Jonathan Pacifici. Chi è costui? Un finanziere ebreo, romano d’origine, classe 1978, basato a Tel Aviv ma con ottini agganci in Italia, grande amico e socio in affari di Marco Carrai, braccio destro di quel premier Matteo Renzi di cui “Il Foglio”, giornale per cui la Maglie ha collaborato, tesse lodi incessanti. Basti pensare che è consigliere e socio, rispettivamente al 14,3% e 11,8% tramite la sua Jonathan Pacifici & Partners Ltd. di due creature di Carrai, la Cambridge Management & Consulting e Yourfuture, dove fra gli azionisti troviamo anche Franco Bernabè. Pacifici non è uno dei tanti finanzieri americani di origine ebrea, come Steven Cohen già re degli hedge fund con Sac Capital o Stephen Schwartzmann, numero uno di Blackstone. Con la sua Wadi Ventures è sì molto attivo nel private equity, ma soprattutto – secondo i bene informati – è l’anello di collegamento tra Carrai, Renzi e il premier israelita Benjamin Netanyahu.

L’entusiasmo di Pacifici per Rubio, testimoniato nel suo profilo twitter, inizia nell’aprile scorso:

https://twitter.com/pacifici/status/587605528894779392

Continua il 28 luglio quando il finanziere suggerisce di “segnarsi il nome” di Rubio

https://twitter.com/pacifici/status/626103059924422656

Il 28 ottobre scorso Pacifici si sbilancia e prevede Rubio vincente fra i repubblicani

https://twitter.com/pacifici/status/659303803548749824

Lo stesso giorno si rivolge in prima persona al candidato

https://twitter.com/pacifici/status/659451848609411072

Il giorno dopo retwitta entusiasta da Politico e da The Times of Israel

https://twitter.com/politico2016/status/659813226868318208

https://twitter.com/TimesofIsrael/status/659935014583468033

Il 30 ottobre scorso il retweet pro-Rubio è da Forbes

https://twitter.com/Forbes/status/660014783819812864

E il 2 novembre Pacifici per i cinguettii attinge ancora da Politico

https://twitter.com/politico/status/661241390760902658

Gli ultimi tweet per Rubio sono del 21 febbraio scorso

https://twitter.com/businessinsider/status/701400667974402048

Qualcuno avvisi la Maglie di segnarsi un nome: Pacifici, uguale Carrai, uguale Renzi.

 

 

 

Advertisements